A VENTANNI DALL’ULTIMA EDIZIONE, TORNA LA Triennale di Milano

A VENTANNI DALL’ULTIMA EDIZIONE, TORNA LA Triennale di Milano

Scusate ma va letta fino alla fine…

location

Crocevia di genialità artistiche e di pensiero a 360°, di trend sociali ed imprenditoriali, l’Esposizione Internazionale della Triennale di Milano riapre dopo vent’anni di assenza con la sua XXI edizione.
Il titolo “21st Century. Design After Design”, fuga ogni dubbio su quali siano l’istanza ispiratrice e l’obiettivo perseguito dalla manifestazione. Nei suoi ottant’anni e oltre di storia, questa Esposizione ha attratto e promosso architetti del calibro di Mies van der Rohe, Alvar Aalto, Le Corbusier, Aldo Rossi e artisti come De Chirico, Sironi, Carrà,Fontana, Pomodoro, ma ha anche stimolato indagini e riflessioni sull’intreccio vitale di arte, società ed impresa. Fedele a tale focus, la Triennale torna dunque come incubatore multidisciplinare per stimolare la riflessione sul presente e sul futuro dei modelli di progettazione e produzione, nonché sulle più innovative espressioni ed applicazioni del design.
Dal 02 aprile al 12 settembre, questo connubio sperimentazione-azione coinvolgerà ben 30 Paesi, suggellando lo spirito cosmopolita della Triennale, e troverà espressione in 20 mostre,
ospitate in 12 sedi scelte tra i luoghi più suggestivi di Milano e Monza.
In particolare, la suggestiva “Fabbrica del vapore” sarà la location della rassegna “New Craft” sulla concezione del progetto come innovazione. Sviluppata in collaborazione con la Fondazione Cologni e sostenuta da Vacheron Constantin, storica Maison ginevrina da sempre
mecenate dei mestieri d’arte in Europa, “New Craft” è stata ideata e curata da Stefano Micelli, economista veneziano studioso della contaminazione tra lavoro artigiano ed economia globale.
Tale progetto indaga proprio la sinergia virtuosa tra manifattura e tecnologia, tra design e vantaggio competitivo, tra il “saper fare al meglio” della tradizione di bottega ed il “saper creare il meglio” dell’innovazione più visionaria.
Per cinque mesi la Fabbrica del Vapore ospiterà oggetti e processi legati a diversi settori produttivi: stampa, mobili, gioielli e vestiti, materiali per protesi, acciaio e legno, fino all’automobile ed alla bicicletta. Quest’anno infatti, La Triennale con “New Craft” riconosce formalmente nella bicicletta la possibile convivenza d’inossidabili valori artigiani, di ricercata creatività stilistica e di rigorosa applicazione tecnologica.
E quindi?
E’ proprio in questo contesto di spazio fisico ma soprattutto di concezione e visione del mezzo che Mopbike – con un salto di gioia – vi comunica che è stata invitata ad essere parte integrante della XXI Triennale.
Tanto lusingati quanto inorgogliti, abbiamo scelto di concretizzare la nostra presenza esponendo un modello di bici elettrica, la “H” Hybrid, sintesi di sartorialità made in Italy della produzione, design delle forme e tecnologia al servizio dell’uomo e del suo ambiente.

H

 

Vi invitiamo formalmente a

New-Craft-Logo

Fabbrica del Vapore
02.04–12.09.2016

MAPPA

By | 2017-10-09T15:12:05+00:00 marzo 31st, 2016|Fiere - Eventi, News, Press|0 Comments